Artigiani di circo contemporaneo

MAGDACLAN CIRCO

Un corpo collettivo con i muscoli pulsanti e la mente aperta, unito insieme per sprigionare emozioni sincere.

MagdaClan nasce nella notte del capodanno 2010/2011 sotto ad un trullo a Ceglie Messapica…ma è a Torino che, tra esperimenti di destrutturazione delle forme, tentativi di asimmetrie corporee e rivoluzione della poetica del circo contemporaneo, dal 2004 al 2010 nella FLIC Scuola di Circo, s’incontrarono i sette fondatori.

Oggi, dopo dieci anni di tour, MagdaClan è una una delle più amate compagnie italiane di circo contemporaneo: il MagdaClan unisce all’immaginario tradizionale del circo e della vita itinerante, l’innovazione di un linguaggio poetico, ironico e multiforme che mette in rete le diverse arti ed è metafora della complessità che abita il contemporaneo.

Il MagdaClan si contraddistingue per la grande qualità umana oltre che tecnica dei suoi componenti, il cui apporto in scena è estremamente generoso.

Tutti i 20 componenti portano avanti, con passione, generosità e fatica, un sogno comune: diffondere meraviglia attraverso i codici del nuovo circo.

Gli artisti Magda non si accontentano mai e continuano a sfidare le leggi della gravità con irriverenza e follia, parlando al pubblico con un linguaggio artistico profondo, mai superficiale, non riconducibile a qualsivoglia grammatica o formula classica, fatto di una poetica surreale e disequilibri fragili.

La ricerca artistica innovativa della compagnia e la professionalità dei singoli componenti sono riconosciute dalla critica di settore, dagli organizzatori e dal pubblico: i progetti del MagdaClan sono sostenuti dal MiBAC, Ministero dei Beni culturali, Regione Piemonte, Compagnia San Paolo, Fondazione Piemonte dal Vivo, Hangar, e molti altri enti.


MagdaClan ha all’attivo sei grandi produzioni collettive “Era-Sonetto per un Clown” (2012) , “Extra_vagante”(2014) “è un Attimo”(2017) “Emisfero”(2018), “MasNada”(2019), “weLAND – a journey to a new Era” (2021).

La ridotta dimensione del tendone ha permesso alla compagnia di arrivare nei cuori delle città creando una relazione unica con lo spazio urbano, il pubblico, le comunità locali e le istituzioni: il Magda ha montato il tendone in più di 130 città ed è programmata nei principali festival di settore e nei teatri. 
La compagnia inoltre sviluppa progetti artistici site-specific e dal 2019 è tornata in strada con lo spettacolo “Sic Transit” (2019).

MagdaClan sostiene la creazione di artisti membri della compagnia e ha co- prodotto gli spettacoli “Ah, com’è bello l’Uomo”(2016) e “Amygdala” (cie Catalyst) (2019). 
 Il MagdaClan concepisce il proprio tendone come un cubo di rubik dalle mille idenitità, un hub creativo non-esclusivo ma aperto a tutti i linguaggi artistici: in questi nove anni sono state ospitate sotto tenda più di 120 realtà e progetti tra danza, teatro, circo contemporaneo, musica, poesia

MagdaClan inoltre si fa portavoce dell’arte del circo contemporaneo organizzando, dal 2016,  nel Monferrato piemontese “Fantasy – festival di circo contemporaneo, arte di strada e musica di Casale Monferrato (AL) e “Mon Circo – Officina delle Arti viventi” a Montiglio Monferrato (AT) 

Siamo in continuo fermento creativo .

Poetica

L’irriverenza e la “follia” portano il MagdaClan a trovare – nelle scelte della vita, come nella ricerca artistica – situazioni surreali e disequilibri fragili non riconducibili a qualsivoglia grammatica o formula classica. Fine ricerca artistica, sensibilità, freschezza e poesia: un’arte che è uno stile di vita. 

Il MagdaClan ha ereditato un metodo di lavoro che si basa sullo scandagliare, al di là della tecnica e al di là della forma, il cuore della relazione tra un corpo e un oggetto o una personalità. Spesso tutto ciò avviene attraverso la destrutturazione per scoprire i lati brillanti o oscuri di un nuovo linguaggio circense in grado di costruire e sostenere un immaginario tipicamente “surreale”.

Surreale nel vero senso della parola e cioè “che supera la dimensione del reale; che è capace di evocare immagini e suggestioni fantastiche, rivelando il lato più profondo della psiche umana. 
Con libertà, il Magda tende a escludere l’ovvio e il banale, non ammette l’imbellettato, il non sincero, il simmetrico e il facile; ama le immagini stralunate, la potenza tecnica, le situazioni intime e gli equilibri fragili.

Vuoi venire a veder uno spettacolo?

Scopri le prossime DATE