Un omaggio all'uomo e al suo incredibile meccanismo, all'equilibrio quotidiano, al circo della vita.

Emisfero

Sta accadendo di nuovo, son partite anche per questo pensiero
Succede 60.000 volte al giorno.
Succede senza tregua.
Piccole molecole che si scontrano, si abbracciano, camminano, suonano, danzano; messaggeri chimici rilasciati in risposta ad ogni stimolo, neurotrasmettitori di emozioni.
Sono sessantamila sfaccettature dell’essere, portatrici di rabbia, paura, amore, fiducia.
Emisfero è il loro, e il tuo viaggio: una reazione in continua evoluzione, un omaggio all’uomo e al suo incredibile meccanismo, all’equilibrio quotidiano, al circo della vita.

La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre. (Albert Einstein)

 

Spettacolo di circo contemporaneo pensato per chapiteau
Consigliato dai 5 anni in su

Scatola Cranica / Regia : MagdaClan Circo

Materia Grigia / interpreti e co-autori
Giulio Lanfranco, Davide De Bardi, Sorisi Daniele, Tiphaine Rochais, Lucas Elias, Elena Bosco, Achille Zoni, Antonio Petitto, Veronica Maria Canale

Meteria Bianca / equipe tecnica: Giorgio Benotto, François Neveu, Meron Celentano

Lobo frontale:
Occhio Destro / occhio esterno : Petr Forman
Occhio Sinistro / occhio esterno : Roberto Olivan
Terzo Occhio / occhio esterno : Alessandro Maida
Ghiandola pineale / cura: Annalisa Bonvicini, Valentina Santi e Ester Beghelli
Cervelletto / disegno luci: Giorgio Benotto
Ipotalamo / Visione scenografica e proiezioni: Andrea Avoledo e Giovanni Iafrate

Corteccia celebrale:
Costumi: Giorgia Russo
Allestimento: Andrea Avoledo e Elisabetta Maniga

Midollo Spinale:
Produzione: MagdaClan Circo
Con il sostegno di: MiBAC, Ministero dei Beni e Attività Culturali, CIRQUEON Praga, Bunker Torino, Blukippe ginnastica – Padova
Coproduzione: FLIC Scuola di Circo, Dinamico Festival, La Corte Ospitale – Teatro Herberia residenze 2018

Durata intervento: 65 min

 

La forza e la potenza del circo contemporaneo, sta nel creare un doppio binario di ascolto; se da una parte emergono i “numeri” e le evoluzioni artistiche ed acrobatiche degli interpreti, dall’altra, di fondo, si sviluppa una storia, un plot, una drammaturgia sulla quale si agganciano le varie performance dei protagonisti. […] E i MadgaClan, giovane gruppo ma già esperto, sono tra i migliori in questo tipo di nuova filosofia e concezione circense che dà molto spazio alla scrittura e al teatro….”


Una costruzione ricca e profonda, di fatica fisica ed equilibrismi complicati, che è riuscita a ben coniugare corpo, muscoli e, appunto, cervello.

Tommaso ChimentiSesto Fiorentino

Excellent (Emisfero) 

La ProvenceAvignon OFF 2019

Ed è nell’ultimo collettivo acrobatico, che tutto si ritrova, in una salita in colonna a tre che nella
sua complessità e bellezza racchiude lo spirito di questa compagnia, un’incredibile difficoltà
vissuta con un’attitudine semplice e leggera dove la danza c’è ma non si vede, il teatro c’è ma non
sai dove, ed il circo lasciato li in questa complessa semplicità si ciba di tutta questa materia per
amplificare i suoi effetti su noi spettatori che a quel punto disarmati non possiamo fare altro che
battere le nostre mani fino ad avere male, per ringraziare i Magda per qualcosa che tutti sappiamo essere più unico che rari.

Francesco SgròReggio Emilia 2018

MagdaClan è una realtà da conoscere, per la sua altissima qualità e per la ventata nuova di idee e immaginario fantastico che porta con sé.
Sono sei gli splendidi artisti in scena, con tre musicisti connessi in un tutto che fa dell’immediatezza e dell’impatto visivo e sonoro la forza di un nouveau cirque assolutamente da scoprire.

Nicoletta CavannaAsti 2019
una collaborazione tra Dinamico Festival, Corte Ospitale e MagdaClan Circo

La residenza artistica